Azienda Agricola Oddo

caricamento . . .

Azienda Agricola Oddo
(0)

LE FASI DEL CICLO PRODUTTIVO DELL'OLIO

Per arrivare ad ottenere un olio così speciale , ci sono varie fasi da considerare:

  1. La coltivazione dell’ulivo:
    l'olivo è una pianta sempreverde molto longeva, infatti può vivere anche centinaia di anni, da oltre 40 secoli viene coltivata nelle regioni del mediterraneo soprattutto nella Sicilia Occidentale. Per fiorire questa pianta richiede una temperatura inferiore a 7° per 2/3 mesi. I piccoli fiori sono chiamati mignoli, e la mignolatura appunto ha inizio tra marzo e aprile. La fioritura vera e propria avviene, secondo le zone, da maggio alla prima metà di giugno.
  2. La raccolta
    durante il periodo della raccolta delle olive ( Ottobre / Novembre ) i campi sono pieni di intere famiglie contadine e non, che trascorrono intere giornate al contatto con la natura, infatti questo tipo di raccolta viene effettuata esclusivamente a mano, e quindi è necessaria molta mano d’opera. Le olive sono fatte cadere dall'albero su un telo sotto chioma, tramite la scuotitura e vibrazione, in questo modo le olive cadono su reti poste sul terreno o anche sospese, il distacco delle olive è provocato sottoponendo il tronco e i rami all'azione di scuotitori che sono agganciati con apposite morse alla pianta e la fanno vibrare sino a disarticolare le olive dal ramo e farle cadere.
    Nel frattempo le olive raccolte sono portate al frantoio per essere trattate. Dopo la raccolta ci sono varie fasi prima che le olive diventino olio. Innanzitutto le olive vengono pesate, poi si procede al lavaggio.
    Ingresso in frantoio dove avvengono le fasi vere e proprie della lavorazione che porteranno all’ Olio Extravergine d'oliva di alta qualità.
  3. Frangitura:
    La prima reale trasformazione del prodotto all'interno del frantoio avviene durante la fase della frangitura: le olive integre sono meccanicamente trasformate in pasta oleosa.
  4. Gramolatura:
    questa ha lo scopo di disemulsionare, l'olio presente nella pasta, e far sì che le piccole gocce d'olio si aggreghino fra di loro. Per raggiungere questo risultato, occorre smuovere con movimenti lenti la pasta e scaldarla alla temperatura massima consentita che si aggira intorno ai venticinque gradi.
  5. Decanter:
    qui dove le olive, una volta frante e trasformate in pasta, arrivano al separatore centrifugo ad asse orizzontale, il decanter. Questi permette di separare tra loro le tre fasi presenti nella pasta, olio acqua sansa, con diverso peso specifico, per mezzo della forza centrifuga .
    A questo punto abbiamo separato l'olio dalla sansa, sottoprodotto formato dai residui della polpa e dai frammenti di nocciolino.
    L'olio ottenuto viene imbottigliato e successivamente commercializzato.

Infatti, adesso l'Azienda Agricola Oddo è una delle poche aziende del settore che effettua in proprio l'imbottigliamento. L'OLIO ODDO, questo il nome dell'olio extravergine d'oliva della nostra azienda, con bassissimo valore di acidità viene distribuito in bottiglie da 0.75lt - 0.50lt -0.25lt e latte da 5lt - 3lt - 1lt.

NEWS

I prodotti della nostra Azienda

La bontà siciliana è sempre più vicina e ancora più facile da acquistare, regala qualcosa che rende tutti felici

Leggi tutto
Allarme Coldiretti sull'Olio Italiano: "Scorte per soli sei mesi, prezzi alle stelle"

Crollo del 38% della produzione di olio di oliva in Italia che scende ad appena 298 milioni di chili, volano i prezzi

Leggi tutto